wpe8D.jpg (6549 byte)

 

CANDELE "NATURALI"

Queste candele sono state realizzate seguendo il procedimento base. Negli stampi però sono stati messi sulle pareti dei bastoncini di cannella, fette di arancio essiccato e rametti di abete.

Preparare lo stampo desiderato (in questo caso un grosso bicchiere di plastica dura) con il silicone spray (o ungerlo con l'olio).

Appoggiare alle pareti dello stampo gli elementi scelti (cannella, arancio, abete, foglie, fiori secchi) tenendoli fermi con dei pezzetti di fil di ferro (va bene anche quello recuperato dalle graffette).

 

Per essiccare la frutta basta tagliare delle fettine di arancio, limone o mela (limone e mela tendono a scurirsi!), metterle su un piatto e lasciarle per qualche giorno sopra un calorifero. Si possono mettere anche in forno, ma attenzione alla temperatura: non deve superare i 50/60° !!!

cannella

candela con fette d'arancio essiccato

Procedere con la preparazione della candela come spiegato nel procedimento base. Per queste candele è preferibile usare la cera non colorata per far risaltare gli elementi; è consigliabile invece usare delle essenze appropriate per esaltare la candela stessa.

Quando la candela sta per solidificarsi (cioè quando non è ancora ben solidificata ma nemmeno troppo liquida!) togliere i fermagli per evitare che restino i buchi.

La particolarità di queste candele è che quando sono accese "illuminano" gli elementi naturali contenuti.

Le basi su cui sono appoggiate le candele di queste foto (eccetto quella qui sopra) sono state fatte utilizzando delle ghirlande di polistirolo: una rivestita con la tecnica del patchwork senz'ago, l'altra dipinta con un colore acrilico ad effetto granito. I fiori invece sono in filo di carta.

candela con rami di abete

candela abete candela agrifoglio

 

hobbies - candele   

home - @