nozze.5.gif (7703 byte)

LA CASA

 

Le agenzie immobiliari

Se vi accingete ad aquistare un appartamento che pensiate risponda ai vostri parametri attuali e futuri (pensate ai bambini ed alla vecchiaia quindi pensate ad una casa non troppo piccola ma neanche troppo grande poiché quando diventate anziani diventa difficile da gestire) fate molta attenzione a ciò che vi viene proposto dall'agenzia. Per le agenzie immobiliari, tutte le case sono in buono se non ottimo stato ed hanno tutti gli impianti in regola. Diffidate soprattutto delle case ristrutturate dalle agenzie o dall'ex padrone; infatti se uno deve vendere una casa non la fa ristrutturare, al massimo la fa "rinfrescare" per nascondere i difetti e le pecche. Le agenzie poi guardano solo al profitto, e fanno ristrutturare tutto "al risparmio", in modo che sembri tutto a posto. All'agente non gliene importa niente se dopo un'anno che abitate nella casa dovete spaccare il bagno perché questo è stato ristrutturato solo cambiando le piastrelle, e la braga o un tubo si sono rotti, come non gliene importa niente se l'impianto elettrico con tanto di mascherine e interruttori nuovi non è a norma e va in corto, semplicemente perché non sono stati cambiati i fili o perché i fili nuovi sono stati fatti passare in canaline vecchie, troppo strette e non più a norma. Molto spesso l'elettricista si limita a mettere nella centralina un differenziale ed un magnetotermico nuovi senza fare nient'altro, l'impianto è poi certificato dalla dichiarazione di conformità ma in realtà non è a norma. Ricordatevi che la dichiarazione di conformità allo stato attuale è un pezzo di carta  poiché qualsiasi muratore che si improvvisa elettricista la può rilasciare, tanto poi nessuno controlla e nessuno si accolla una causa civile! Pretendete comunque lo schema dell'impianto elettrico perché la normativa prevede che questo venga rilasciato insieme alla dichiarazione di conformità (non meravigliatevi se vi rideranno in faccia... quasi nessuno lo rilascia!).

Quindi se riuscite comperate una casa da ristrutturare e mettetela a posto voi affidandovi ad un fornitore che vi dia le garanzie sopra descritte. In questo caso potete anche personalizzare ed ottimizzare un appartamento: potrete così dire di aver "costruito" la vostra casa.

Prima del compromesso è necessario verificare che non esistano pendenze; dovrete quindi, tramite un notaio, accertarvi presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari (nei capoluoghi di provincia) che l'immobile non sia gravato da ipoteche o pignoramenti immobiliari, o rivendicato da altri che si pretendono proprietari. E' opportuno anche verificare presso il Comune - sezione Edilizia privata - che l'immobile sia in regola con le leggi urbanistico-edilizie (licenza edilizia, contributi all'erario, certificato di abitabilità ecc.) è utile anche contattare l'amministratore del condominio per accertarsi che il venditore abbia pagato tutte le spese condominiali e per sapere se sono stati deliberati interventi di manutenzione straordinaria che possono appesantire le spese condominiali. L'art. 63 delle Disposizioni di attuazione del Codice Civile stabilisce infatti che il nuovo condomino deve coprire i debiti relativi all'anno in corso ed al precedente. Prima del rogito si provvederà invece agli aggiornamenti presso il Catasto.

Se subentrate a contratti di fornitura di servizi già esistenti (luce, gas, telefono ecc.) assicuratevi che il precedente titolare del contratto sia in regola con i pagamenti delle bollette: per maggiore sicurezza richiedete copia delle bollette pagate per poter dimostrare, in caso di verifica o richiesta, all'Azienda fornitrice di essere in regola.

Vi elenchiamo ora alcuni accorgimenti da prendere per la scelta e ristrutturazione di un appartamento.

 

  premessa: fornitori frecia_sx.gif (1097 byte)  -  freccia_back.gif (1090 byte) la casa: pavimenti   

torna in alto - indice nozze

home - @