nozze.5.gif (7703 byte)

PREMESSA

 

Genitori e suoceri

Quanto stiamo per dirvi può sembrare cattivo, ma vi accorgerete che, in fondo, non è proprio così.

Innanzitutto è bene chiarire subito con il proprio partner la "linea" da tenere dopo il matrimonio: quando andare a pranzo o a cena dalle rispettive famiglie, sapendo che è giusto andare a trovare i propri genitori, ma non essere "obbligati" ad andarci tutte le settimane e cercando di "accontentare" tutti per non far sorgere "gelosie" (soprattutto tra le suocere). Chiarire subito se ci sono comportamenti dei genitori dell'altro che ci danno fastidio così da saperli "gestire" quando ci si trova in mezzo: ad esempio, se si sa che la propria mamma è insistente e dice cose - in buona fede -  che possono irritare la propria moglie cercate di evitare di lasciarle sole per troppo tempo! E' una piccola cosa, ma può evitare arrabbiature e litigi fra di voi! Soprattutto però dovete sempre cercare di essere uniti e fargli capire che siete una famiglia, unita e solida, e che voi vi sostenete a vicenda: li farà stare più tranquilli! E' un "esercizio" su cui ci si deve allenare da subito, e non aspettare "dopo il matrimonio"!

In questo periodo, più che in ogni altro, i genitori cercheranno di dire la loro su ogni passo che farete: vi diranno come vorrebbero la cucina, vi indicheranno come disporre i sanitari, vi diranno chi invitare al banchetto nuziale, ... insomma ci metteranno sempre il naso. Non lo fanno a posta, vogliono solo partecipare e comunicarvi la loro esperienza: è bene che decidiate di tenere lontano dalle vostre decisioni i genitori/suoceri; ciò non vuol dire che non dovete dargli ascolto: sicuramente dovete far tesoro dei loro consigli ma dovete fare le vostre scelte senza condizionamenti. Per fare ciò occorre "estraniare" i genitori dalle vostre gite per cercare i mobili, gli elettrodomestici, il ristorante, le bomboniere, le partecipazioni... è quindi necessario che siate uniti e daccordo sul da farsi e soprattutto che vi diate una mano a vicenda con i rispettivi genitori. Vedrete che se non vi organizzate in questo modo nasceranno delle dispute tra i suoceri, delle incompressioni tra di voi e delle antipatie verso i genitori del partner.

Cercate piuttosto di coinvolgerli nelle cose di minore importanza e di renderli partecipi delle "tappe" che raggiungete piano piano... fategli magari vedere il catalogo con l'armadio che avete scelto, dopo che l'avete ordinato... Avranno certamente qualcosa da "criticare" ma... ormai è fatta e se poi avrete delle "delusioni" dalle vostre scelte (siete stati "bidonati" dal letto che sembrava il migliore in commercio?!?) non vi metterete a litigare perché si è dato ascolto ai genitori di uno piuttosto che a quelli dell'altra! La prossima volta.... starete più attenti!

Una volta che avete chiarito i rapporti con i genitori e vi siete dati delle linee guida da tenere veniamo alla suddivisione delle spese: innanzitutto fate bene i calcoli su ciò che avete a disposizione e su quanto potete spendere facendo affidamento sulle vostre disponibilità personali, dopo di che subentra l'aiuto dei genitori.
Questo discorso è personale e dipende dal rapporto genitore figlio. In ogni caso è bene che si distribuiscano subito tra i suoceri le spese in maniera equa in modo da non potersi in futuro rinfacciare nulla (può capitare anche nelle migliori famiglie). Ricordatevi infatti che voi vi siete scelti, i vostri rispettivi genitori si "trovano" e quindi non sempre i rapporti sono distesi.
Se potete quindi fate economicamente il meno possibile affidamento ai genitori e soprattutto non lasciatevi condizionare: "io pago, io scelgo": non perché vi "aiutano" hanno il diritto di imporvi certi acquisti!

 

indice nozze freccia_back.gif (1097 byte)   -  freccia_back.gif (1097 byte) premessa: fornitori

torna in alto - indice nozze

home - @